Ammissione alla classe successiva e agli esami

 

CRITERI DI AMMISSIONE ALLA CLASSE SUCCESSIVA E AGLI ESAMI DI STATO

AMMISSIONE

L’ammissione alla classe successiva e all’esame di Stato è regolamentata dal D.P.R. 22.06.2009 n. 122. In entrambi i casi è richiesta una votazione non inferiore a sei decimi in tutte le discipline e anche nella valutazione del comportamento. La valutazione non   sufficiente del comportamento determina automaticamente la non ammissione alla classe successiva.

Nei confronti degli studenti che presentino:

insufficienze gravi in una o due discipline;

insufficienze gravi in due discipline e insufficienze lievi in una terza disciplina;

insufficienze lievi in massimo 4 discipline;

il Consiglio di classe ha facoltà di rinviare la formulazione del giudizio finale, qualora ritenga che lo studente possa raggiungere gli obiettivi delle discipline interessate entro la data stabilita per l’effettuazione delle verifiche finali.

Sono dichiarati non promossi gli studenti il cui quadro valutativo finale presenti diffuse insufficienze, eccedenti per numero o gravità i limiti indicati al precedente punto.